LOADING

Universo Espresso

Lo spazio dedicato a mostre ed esposizioni temporanee.
“Universo Espresso” accoglie racconti, voci, immagini e persone che in modo più o meno diretto contribuiscono alla ricchezza e alla cultura globale del caffè.


Coffea. Colombian Coffees - Identity, Diversity, People and Terroirs (16 giugno - 7 ottobre)

“Ho lasciato la Colombia con l’obiettivo di ritornarci un giorno da fotografo, e realizzare un lavoro che fosse un racconto diverso ed autentico del mio paese e della sua gente.”

Coffea è il progetto fotografico del colombiano Andrès Pardo Gomez, che racconta la realtà della cafficoltura colombiana attraverso i volti e le mani dei produttori, i paesaggi delle diverse regione produttive e i processi virtuosi di diverse fincas. La mostra attraversa ogni tappa della produzione; dalla preparazione del terreno fino alla commercializzazione del caffè, per diffondere e valorizzare questa nuova cultura e dare riconoscimento ai “cafficoltori” che si distinguono per professionalità ed impegno sociale.

La mostra è stata sviluppata e curata dall’Ambasciata della Colombia a Roma, in collaborazione con Cafè de Colombia, Pro Colombia e Colombia Co.


Viaggio nella Terra del Caffè (17 marzo - 10 giugno)

Il caffè italiano non sarebbe lo stesso senza il chicco brasiliano. È grazie a quest’ultimo, infatti, che l’Italia ha saputo trasformare la tostatura e la preparazione della bevanda in vera arte e diventare, così, riferimento mondiale del prodotto.

La mostra ideata, curata e organizzata dal Museo del Caffè in collaborazione con l’Ambasciata brasiliana, ha come filo conduttore il rapporto storico e contemporaneo tra Brasile e Italia, focalizzato, nella fattispecie, sui vari aspetti della coltivazione del caffè. È infatti grazie al chicco brasiliano che gli italiani hanno saputo trasformare in vera e propria arte la tostatura e la preparazione di questa bevanda, permettendo al Brasile di diventare riferimento mondiale del prodotto. Analogamente, l’agribusiness brasiliano non sarebbe lo stesso senza gli 1,4 milioni di immigrati italiani che, giunti nel paese tra il 1870 e il 1920, lavorarono soprattutto nelle piantagioni di caffè dello Stato di São Paulo.


Genius Loci: dall'Officina all'Accademia

Accademia è stata, per decenni, la sede produttiva de La Marzocco (l’Officina, come veniva chiamata). Oggi vive sotto altra forma ma lo “spirito del luogo” (il “genius loci”) è ancora molto presente.
Soltanto meno visibile, meno tangibile. Attraverso questo breve racconto introduttivo abbiamo cercato di far riemergere il “tessuto umano”, inevitabilmente connesso a quello storico e sociale, che ha caratterizzato questi spazi di lavoro.
Partendo dalle sensazioni e dai ricordi di chi ha speso molto tempo all’interno di queste mura e rievocando una delle loro postazioni di lavoro. Un viaggio tra memorie ancora vivide, costituite da immagini, conversazioni, relazioni, fasci di luce e odore di metallo. Un luogo dove decine e decine di persone hanno contribuito a costruire, nel corso degli anni, quello che La Marzocco è oggi.

Resta in contatto con noi

Se desideri rimanere costantemente aggiornato sulle novità del mondo Accademia del Caffè Espresso, i suoi eventi, i suoi prodotti e le sue iniziative commerciali e promozionali, iscriviti al servizio “Resta in contatto con noi”.

Iscrivendoti, confermi di aver preso visione della nostra Informativa

Cerca nel sito Cerca